Master
in Diversity Management
e Gender Equality

VIII Edizione
Inizio 11 gennaio 2019

Master in Diversity Management
e Gender Equality

L’ 11 gennaio 2019 parte la nuova edizione del Master organizzato dalla Fondazione Giacomo Brodolini su "Diversity Management e Gender Equality".

Anche per questa edizione il percorso formativo affronta tutti gli aspetti della Diversity ed Inclusion - le differenze multiculturali, le differenze generazionali, le differenze relative all'orientamento sessuale, le pari opportunità di genere, l’inclusione delle disabilità - mantenendo un focus privilegiato e trasversale sugli aspetti legati alla parità di genere.

Giunti all’VIII edizione, quest’anno adotteremo un approccio critico, chiedendo ai partecipanti di sottoporre ad attenta analisi le strategie di intervento proposte per capire cosa funziona e cosa può essere migliorato.

Le lezioni teoriche e le testimonianze di esperti del settore saranno integrate con un’intensa attività di progettazione che partirà da alcune challenges suggerite direttamente dalle nostre imprese partner.

Al termine del percorso i partecipanti saranno in grado di progettare e realizzare interventi per favorire lo sviluppo di ambienti di lavoro inclusivi.

Convinti da sempre che un gruppo di studio ad alta diversità favorisca l’apprendimento e lo scambio, selezioniamo per il master: specialisti di gestione risorse umane che vogliano approfondire il tema di diversity e inclusion; policy makers che vogliano promuovere una progettazione attenta all'inclusione sociale; a formatori e liberi professionisti/e che abbiano uno specifico interesse  per il tema oppure lavorino in contesti organizzativi che vogliano valorizzare la diversità come capitale strategico ed  operativo;  neo laureati/e che vogliano completare la propria formazione acquisendo competenze  innovative  spendibili sul mercato del lavoro nazionale ed internazionale; operatori/trici di parità ed inclusione.

Requisiti indispensabili per partecipare – oltre ad una laurea o un’esperienza lavorativa in ambito Diversity e Inclusion - sono la curiosità, la disponibilità a mettersi in discussione e capacità di confrontarsi con punti di vista e modalità di ragionamento diverse dalla propria.

Il Master si avvale di una rete di collaborazioni in continuo aggiornamento con imprese ed associazioni attive, in Italia e nel mondo, su Diversity, Inclusion e Gender Equality. Tra questi partner i più attivi sono Fondazione G. Brodolini, ingenere.it, Parks e lo studio Hogan Lovells.

Obiettivi

Le organizzazioni in cui viviamo e lavoriamo sono sempre meno uniformi per genere, provenienza etnico-culturale, orientamento sessuale, fede religiosa, presenza di persone appartenenti a diverse fasce generazionali o portatrici di disabilità fisiche e mentali.  In una società multietnica e complessa la diversità non è solo un elemento con cui è necessario sapersi confrontare ma è anche una risorsa che permette di progettare soluzioni creative ed innovative, che tengano conto dei diversi punti di vista. Per poter definire politiche di intervento e strumenti efficaci, nei diversi ambiti sia pubblici che privati, diventa fondamentale avere consapevolezza delle normative anti-discriminatorie, delle dinamiche organizzative e degli strumenti più adatti per definire ed attuare un approccio di diversity management, ovvero di valorizzazione sistematica delle differenze.

Nel programma del Master viene dato ampio spazio alle tematiche di genere. Le strutture organizzative vengono, infatti, influenzate a tutti i livelli dalla costruzione sociale dei ruoli di genere, in maniera non sempre esplicita. In questo campo ci sono approcci sperimentati e pratiche di successo che verranno studiati e analizzati e forniranno il punto di partenza per un discorso più ampio sulla valorizzazione delle differenze. 

Il percorso formativo si articola in week end tematici – fruibili anche separatamente  - che si susseguono in un percorso logico, con l’obiettivo di fornire ai/alle partecipanti gli strumenti per conoscere, progettare, valutare e comunicare le politiche di diversity management e gender mainstreaming.

I campi privilegiati di analisi e progettazione sono le dinamiche organizzative, nelle organizzazioni pubbliche e private, e le politiche di welfare, nella loro accezione più ampia.

Partecipanti

Il corso è rivolto a:

  • Esperti nella gestione delle risorse umane e change managers interessati a sviluppare competenze specifiche di Diversity Management e Gender Equality
  • policy makers che vogliano promuovere una progettazione attenta agli aspetti di genere
  • formatori professionisti in ambito organizzativo pubblico e privato
  • operatori ed operatrici in ambito delle pari opportunità e dell’inclusione sociale, attivi in organizzazioni pubbliche, private o del terzo settore
  • studiose e studiosi, ricercatori e ricercatrici interessati al tema in possesso di un diploma universitario (triennale) o di un diploma di laurea (laurea triennale o   specialistica/magistrale post-riforma o quadriennale ante-riforma) 

Il Corso è a numero chiuso, riservato ad un max di 25 partecipanti, selezionati in base al curriculum vitae e ad una lettera di motivazione (max 20 righe).

Partners